Design

Scroll

Angelo Mangiarotti si differenzia dalle altre figure della prima generazione del design italiano per la sua capacità di adattare il prodotto da progettare alla sua funzione, al suo uso, alle caratteristiche e alle condizioni richieste dei materiali impiegati.

Opere selezionate
1990
Bicchiere in cristallo “Ebbro”
1994
Coppa e flute in cristallo “Vestale”
1997
“T-table”, tavolo con struttura in ferro e piano in cristallo
1986
Caraffe in cristallo “Anatis”, “Askos”, “Kyathos”

Da ricordare è la capacità di Mangiarotti di esaltare l'aspetto sensuale degli oggetti attraverso la giusta scelta dei materiali, sostenuta da una sensibilità formale intuitiva e fortemente espressiva che situa le sue opere di design, in egual misura, nell'ambito della razionalità e in quello della soggettività. La sua ricerca scaturisce tanto dall'interesse per i processi industriali quanto dall'attrazione per l'espressione artistica. (Francois Burkhardt)